fanny and alexander | Discorso Celeste
171
post-template-default,single,single-post,postid-171,single-format-standard,tribe-no-js,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,paspartu_enabled,vertical_menu_outside_paspartu,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,elementor-default

DISCORSO CELESTE

 


ideazione Luigi De Angelis e Chiara Lagani | drammaturgia e costumi Chiara Lagani | regia, scene e luci Luigi De Angelis | musiche Mirto Balianiimmagini video ZAPRUDERfilmmakersgroup | con Lorenzo Gleijeses | e con la voce di Geppy Gleijeses | movimenti di scena Marco Cavalcoli | realizzazione scenotecnica Nicola Fagnani e Giancarlo Bianchini | promozione e ufficio stampa Paola Granato | logistica Fabio Sbaraglia | amministrazione Marco Cavalcoli e Debora Pazienza | produzione E / Fanny & Alexander


 

Siccome respiriamo tutti, tutto il tempo, è sbalorditivo quando qualcuno ti indica come e quando devi respirare. Non è come dormire. Nè la sua voce si modifica o sembra ritirarsi. È lì, parla con calma, e anche tu“. (David Foster Wallace)

Beati coloro che senza aver visto hanno creduto“. (Vangelo secondo Giovanni)

Discorso Celeste mette in scena un dialogo surreale e impossibile tra padre e figlio, atleta e allenatore, giocatore e voce guida del gioco. A partire da una logica da videogame giocata sulla retorica del discorso sportivo e costruita su più livelli, Lorenzo Gleijeses incarna qui un avatar composito alle prese con una paradossale domanda sulla fede. Nell’epoca dell'”evaporazione del padre” è ancora possibile credere? Sospeso tra mondi virtuali, Patrie perdute e Paradisi artificiali il figlio offre al padre la sua misteriosa risposta.

Dopo Discorso Grigio dedicato alla Politica e Discorso Giallo dedicato all’Educazione, Discorso Celeste indaga l’ambito dello sport come esperienza religiosa.

Il testo dello spettacolo contiene una citazione da Visioni di Gesù con Afrodite di Giuliano Scabia, messo in scena da Geppy Gleijeses nel 2006. In scena era il figlio Lorenzo nei panni di Gesù. Si ringrazia Scabia per la gentile concessione.