fanny and alexander | MARCO CAVALCOLI
292
page-template,page-template-blog-masonry,page-template-blog-masonry-php,page,page-id-292,tribe-no-js,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,paspartu_enabled,vertical_menu_outside_paspartu,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,elementor-default

Marco Cavalcoli, attore, si aggrega stabilmente alla compagnia Fanny & Alexander dal 1997. Il suo percorso di ricerca si è intrecciato anche a quello della compagnia Teatrino Clandestino negli spettacoli Mondo Mondo (1995), Sinfonia Majakovskiana SINFONIA (1997) e Ossigeno (2006).

All’interno di Fanny & Alexander è stato in scena nei più importanti lavori della compagnia. Tra questi si ricordano gli spettacoli del ciclo triennale Ada. Cronaca familiare (2003-2005), quelli del ciclo OZ (2007 – 2009) e, all’interno del ciclo Discorsi, è stato protagonista di Discorso Grigio, dedicato all’oratoria politica. Tra gli ultimi lavori di Fanny & Alexander, Marco Cavalcoli è l’interprete di To be or not to be Roger Bernat (2016) e SMER. The riot of seduction (2017,Belgio).

Nel 2017 ha dato voce al romanzo Arancia Meccanica di Anthony Burgess, trasmesso integralmente da Radio3 all’interno di Ad alta voce.

Per le interpretazioni negli spettacoli Him e Discorso alla Nazione, Marco Cavalcoli ha ottenuto due nomination al Premio Ubu nel 2008 e nel 2012 come miglior attore protagonista.