fanny and alexander | +/-
400
post-template-default,single,single-post,postid-400,single-format-standard,tribe-no-js,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,paspartu_enabled,vertical_menu_outside_paspartu,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,elementor-default

+/-

 


 ideazione Luigi De Angelis, Chiara Lagani
 | musiche e sound design del sopra Mirto Baliani
 | musiche e sound design del sotto Luigi Ceccarelli
 | con Chiara Lagani
 | regia e scene Luigi De Angelis
 | suoni preverbali Roberta Guidi
 | costumi Chiara Lagani, Sofia Vannini | sartoria Laura Graziani Alta Moda
 | progettazione e realizzazione scenotecnica Nicola Fagnani (Atelier OperaOvunque), assieme a  Mirto Baliani, Luigi de Angelis, Marco Cavalcoli, Andrea Lepri, Andrea Napolitano, Massimo Paci, Marco Parollo, Amir Sharif-pour | 
progettazione e programmazione IUM (interfaccia uomo-macchina) del pedonium Mirko Fabbri
 | produzione Fanny & Alexander, Santarcangelo 39
 | promozione Valentina Ciampi, Marco Molduzzi | 
logistica Sergio Carioli
 | amministrazione Marco Cavalcoli, Debora Pazienza
 | un ringraziamento speciale a Pietro Babina


 

+/- è una domanda sulla sorgente drammaturgica del suono: 
è possibile interrogare un luogo e trascriverne la risposta?
 Date due stanze, +/- superposte, Fanny & Alexander usa il loro soffitto-pavimento come un nuovo strumento musicale che si ascolta dal basso verso l’alto (e viceversa). Pone a due compositori, Mirto Baliani e Luigi Ceccarelli, e a quelli che ascolteranno +/– prima e dopo, la stessa domanda.