fanny and alexander | ADESCAMENTI
1002
post-template-default,single,single-post,postid-1002,single-format-standard,bridge/bridge,tribe-no-js,tribe-bar-is-disabled,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,paspartu_enabled,vertical_menu_outside_paspartu,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,elementor-default

ADESCAMENTI

concerto per voci, pianoforte, ondes Martenot o flauto e macchine del suono

 


musiche tratte da Ardis I e Ardis II | 
orchestrazione Luigi de Angelis
 | drammaturgia  Chiara Lagani
 | pianoforte Matteo Ramon Arevalos | 
ondes Martenot Bruno Perrault | 
flauto Filippo Mazzoli
 | macchine del suono Mirto Baliani
 | voci Paola Baldini, Marco Cavalcoli, Chiara Lagani, Sara Masotti, Francesca Mazza | produzione Fanny & Alexander, Ravenna Festival | I brani delle opere di Vladimir Nabokov sono riprodotti in accordo con The Vladimir Nabokov Estate nella traduzione italiana di Margherita Crepax


 

Adescamenti è un progetto concepito originariamente in due parti per Ravenna Festival. Nei due giorni delle Botteghe del Teatro dell’edizione 2004, il pubblico del Festival ha potuto seguire un laboratorio durante il giorno e un concerto alla sera. Il laboratorio e il concerto sono di fatto indipendenti l’uno dall’altro, seppure rappresentino insieme una sorta di istigazione, di invito obliquo e trasversale all’affondo nell’opera, ma da un’altra prospettiva.
Adescamenti è anche una rete di allusive rispondenze sensoriali, di diversi gradienti di temperatura, di attributi e bersagli il cui centro specifico è proprio nella relazione tra letteratura, teatro e musica, e nella loro complessa, sinestetica percezione da parte dello spettatore. Quest’ultimo, dunque, si trova al centro di un universo di tracce, cammino di piccole segnaletiche da intercettare, percorso da ricostruire, come i sassolini di Pollicino nella fiaba: gli ami, le esche, gli adescamenti di Ada.

IL CONCERTO

Il repertorio del concerto Adescamenti è costituito dalle musiche di scena tratte dagli spettacoli Ardis I e Ardis II. Questo è precisamente il percorso musicale che è stato condotto nel corso di due anni in relazione al progetto Ada, cronaca familiare. I brani sono trascrizioni o riscritture da autori del ‘900, così come si presentano nello spettacolo, avvinti e intrecciati alla partitura testuale. La voce dell’attore è dunque, in questo concerto, utilizzata come strumento musicale al pari del pianoforte, dell’ondes Martenot e delle macchine del suono.
Il concerto viene eseguito anche nella versione per pianoforte e flauto, che recupera le sonorità originali dei brani altrimenti trascritti per ondes Martenot in Ardis I e Ardis II.


DATE PASSATE

PER PIANOFORTE E ONDES MARTENONE

22, 23 giugno 2004
 Ravenna
Ravenna Festival – Le Botteghe del Teatro, 
Ardis Hall
2, 3 febbraio 2005
 Bologna
Università di Bologna – La Soffitta
Laboratori DMS – Teatro
 in collaborazione con Arena del Sole – Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna

PER PIANOFORTE E FLAUTO

2, 3 luglio 2005 
Gambettola (Forlì-Cesena), 
International Theatre Festival Santarcangelo dei Teatri
 Fabbrica, Sala dei Filtri
29 luglio 2005 
Verona, 
Estate Teatrale Veronese, 
Chiostro Conservatorio dall’Abaco
27 agosto 2005
 Savona, 
Prototipo Priamar – Festival dei Laboratori Teatrali, Associazione Culturale Après la nuit
, Fortezza Monumentale del Priamar
9 settembre 2005
 Mantova
, Festivaletteratura 2005
, Teatro Bibiena
22 aprile 2006
 Montefano (Macerata)
, Teatro La Rondinella
25, 26 giugno 2006
 Torino
, Festival delle Colline Torinesi
, Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea
3 luglio 2007
 Bologna
, Atti Sonori
, Museo della Musica di Bologna
, Associazione Culturale Perséphone